TORINO SI SVEGLIA SOTTO LA NEVE...

Oggi vi propongo un bell'articolo della Stampa di oggi

Approfittiamo delle detrazioni fiscali 2016 per tenerci al caldo ....

Torino e diverse città del Piemonte si sono svegliate questa mattina sotto la prima, leggera nevicata, come sempre più intensa in collina. È il risultato del previsto cambio di rotta delle temperature e del tempo, finora stabile grazie al forte anticiclone che da giorni interessa l’Italia. Già da domenica sera c’è stato un peggioramento: per oggi il centro Espon Meteo prevedeva precipitazioni su gran parte d’Italia e neve sul Nordovest, pianura del Piemonte compresa. Una perturbazione di origine nord-africana si è spostata sul Mediterraneo occidentale, determinando su tutta Italia una instabilità che in altre regioni del centro e del Sud si tradurrà in piogge e temprali intensi, soprattutto su Sicilia e Sardegna. 

La nevicata a Torino è inziata poco dopo le 6. Come si legge sul sito del Comune di Torino «non si è registrato nessun disagio alla circolazione». Per oggi, lunedì 19 dicembre, è quindi confermato il blocco della circolazione dalle 8 alle 19 per i veicoli diesel 0, 1, 2 e 3 e per i veicoli benzina, gpl, metano euro 0. E’ prevista una possibile nevicata sino alla tarda serata. Atteso qualche centimetro di neve in pianura e fino a 12-17 centimetri in alta collina. I mezzi Amiat sono già in collina per l’insalamento delle strade e, poi, per intervenire dove necessiterà. 

La nevicata che in Piemonte si è vista a bassa quota, sull’Appennino invece, nelle zone colpite dal terremoto del centro Italia - avverte la Protezione Civile - è prevista sopra gli 800 metri, da questo pomeriggio. Si prevedono, inoltre, «venti di burrasca settentrionali, con rinforzi di burrasca forte sulla Liguria». È «allerta rossa in Sardegna, sul Campidano, sull’Iglesiente e sui bacini Flumendosa-Flumineddu; allerta arancione in Gallura e sui bacini Montevecchio-Pischilappiu; allerta gialla sul Bacino del Tirso e sul Logudoro in Sardegna, e sulla Sicilia ionica». 

Che tempo farà a Natale? Le previsioni sono incerte anche su Torino. «Ma è probabile - dicono gli esperti - che non ci sarà neve né particolare freddo». Neve, pioggia e vento serviranno però a «pulire» il cielo dalla nebbia che in questi ultimi giorni incombeva a Torino: la città non era avvolta dalla nebbia in questo modo da almeno vent’anni. Domani, martedì, il cielo sarà comunque molto nuvoloso in tutta l’Italia, Piemonte compreso. In Piemonte, nello specifico, si annuncia un rialzo del limite delle nevicate fino a 1000 metri circa; a quote collinari soltanto nel Cuneese. La situazione non migliorerà mercoledì, mentre da giovedì «l’alta pressione tornerà a prevalere su tutto il Paese», il che lascia intendere che domenica non sarà un «bianco Natale».